La POLONIA per XXII International Exhibition Triennale di Milano 2019 „Broken Nature : Design Takes on Human Survival”

Poniżej publikujemy informacje w języku włoskim dotyczące międzynarodowej wystawy „Broken Nature : Design Takes on Human Survival”:

l padiglione polacco alla XXII Esposizione Internazionale della Triennale di Milano riflette sulla progettazione come collaborazione tra specie. L’installazione immersiva mette in scena gli alberi, i funghi e l’uomo: un sistema che apre nuove prospettive di design. Il progetto è promosso dall’Istituto Adam Mickiewicz, che sostiene e diffonde il design e la cultura polacca sulla scena internazionale. Dal 1° marzo al 1° settembre 2019 a La Triennale in viale Alemagna 6a, Milano .

Milano, 1°marzo – 1°settembre 2019 – L’Istituto Adam Mickiewicz presenta alla XXII Esposizione Internazionale della Triennale di Milano il progetto The MYCOsystem. L’esposizione esprime il contributo del design polacco al tema “Broken Nature: Design Takes on Human Survival” lanciato da Paola Antonelli, curatrice della XXII Esposizione, focalizzando l’attenzione sul sistema uomo-albero- funghi. In uno scenario di frantumazione dei legami fra essere umano e natura, è possibile riformulare il design in un’ottica di cooperazione con le altre specie, anziché di sfruttamento e competizione? È possibile progettare gli oggetti fuori dalla logica di crescita, consumo e produzione? The MYCOsystem vuole essere un laboratorio di riflessione attorno a un nuovo concetto di sostenibilità e design, che oltrepassi la semplice emulazione dei cicli naturali: una progettazione che, abbandonando la visione antropocentrica di oggetti da produrre, accumulare, consumare e gettare, li predisponga in funzione del loro ritorno al ciclo naturale di trasformazione della materia. Il team curatoriale composto da Agata Szydłowska, docente alla Facoltà di Design e all’Accademia di Belle Arti di Varsavia, da Małgorzata Gurowska, visual artist, e da Maciej Siuda, architetto e designer, crea un’installazione immersiva e multisensoriale. Il fulcro è una grande struttura lignea astratta: una pedana triangolare inclinata dove la superficie superiore, opportunamente traforata, lascia intravedere il sottosuolo. È già un invito ad adottare una visione più ampia, che comprende il sopra, con gli alberi, gli uomini, i potenziali oggetti, ma che guarda anche sotto, dove prosperano radici e miceli.

Suggestioni sonore create dalla musicista sperimentale Joanna Halszka Sokołowska accolgono il pubblico. Ipnotiche infografiche e pittogrammi concentrano la riflessione attorno al legno, materiale di cui la Polonia è fra i maggiori produttori e che il progetto considera da tre diversi punti di vista: quelli dell’uomo, dell’albero e del fungo. Per l’essere umano l’albero è fonte di “legname”, vale a dire puro materiale inerte, da trasformare in oggetti per il proprio uso e consumo, da trattare chimicamente in modo che resista nel tempo. Per l’albero il legno è parte vitale del suo stesso corpo, tessuto vegetale nel quale scorrono linfa e nutrimenti. Per il fungo il legno è un alimento ma anche un partner, con il quale creare una simbiosi e una collaborazione reciproca. Ed è il fungo, presenza quasi invisibile, il vero protagonista del progetto, l’indicatore e il messaggero di un nuovo parametro di sostenibilità. I funghi micorrizici entrano in relazione simbiotica con le radici delle piante, aumentando la loro possibilità di nutrirsi e di crescere. Al termine della vita della pianta altri funghi, chiamati saprofiti, decompongono la materia organica morta, rendendo il terreno fertile e creando le condizioni ambientali per successive generazioni di alberi e di specie fungine. Grazie ai funghi il cerchio si chiude e il ciclo della vita si completa. E dai funghi possiamo apprendere un modello perfettamente calibrato di collaborazione fra specie. Siamo in grado di cambiare, per il bene comune, il nostro approccio autoreferenziale? Vogliamo abbandonare il controllo su materia e oggetti e aderire al ciclo della biodegradabilità già esistente in natura? Questa la domanda che The MYCOsystem rivolge ai designer contemporanei.

“La missione dell’Istituto Adam Mickiewicz è quella di condividere la nostra cultura a livello globale, coinvolgendo gli artisti polacchi nel dialogo e negli scambi internazionali, allo scopo di contribuire alla crescita del patrimonio umano e culturale comune. Per questo motivo è un grande piacere presentare il progetto “MYCOsystem” alla XXII Esposizione Internazionale della Triennale di Milano. Esso rappresenta il contributo al dialogo tra società, designer ed industria, proposto in risposta al tema suggerito da questa edizione”, afferma Krzysztof Olendzki, direttore dell’Istituto Adam Mickiewicz.

Istituto Adam Mickiewicz La forte promozione del design polacco su scala mondiale è una delle priorità operative dell’Istituto Adam Mickiewicz. Il design funge da piattaforma per presentare la cultura polacca contemporanea e promuovere la creatività polacca. Marchio di bandiera dell’Istituto Adam Mickiewicz,è Culture.pl: il portale offre una conoscenza vasta e completa della cultura polacca ed è aggiornato quotidianamente sugli eventi più interessanti nel mondo dedicati ad essa. La chiave del successo è la proficua collaborazione con partner rinomati quali: Ventura Lambrate (Milano), London Design Festival, Maison&Objet (Parigi), Paris Design Week, DW! Sao Paulo Design Weekend, Inno Design Tech Expo (Hongkong), Business of Design Week (Hongkong), Istanbul Design Week, International Furniture Fair Singapore, Design Trade Copenhagen, International Contemporary Furniture Fair (New York), Wanted Design (New York), Stockholm Furniture and Light Fair, What Design Can Do! (Amsterdam), Dutch Design Week (Eindhoven) e Wallpaper*. culture.pl Broken Nature La XXII Esposizione Internazionale della Triennale di Milano, intitolata Broken Nature: Design Takes on Human Survival, si svolgerà dal 1 marzo al 1 settembre 2019. Curata da Paola Antonelli, Senior Curator del Dipartimento di Architettura e Design e Direttrice dell’Area Ricerca e Sviluppo al MoMa di NY, Broken Nature indaga la relazione esistente fra l’essere umano e l’ambiente in tutte le sue forme – dai microbiomi al cosmo – includendo gli ecosistemi sociali, culturali e naturali. brokennature.org




Dodaj komentarz

Twój adres email nie zostanie opublikowany. Pola, których wypełnienie jest wymagane, są oznaczone symbolem *