Polska Gola! Milik top, Piątek flop, super Skorupski!

Una settimana molto emozionante per i tifosi della Serie A, nella quale si sono disputate la decima e undicesima giornata del campionato. Ecco cosa hanno combinato i giocatori polacchi in queste partite…

Il solito Milik Sempre più grintoso e affamato di gol, il bomber polacco ha colpito ancora! Nelle partite contro Atalanta (Mercoledì 30) e Roma (Domenica 3), Arek ha segnato un gol contro entrambe le formazioni, non riuscendo però a conquistare la vittoria. Milik dunque raggiunge quota 5 gol in 6 gare, superando il compagno belga Mertens e risultando così capocannoniere del Napoli. Niente male se si pensa che fino a un mese fa, dopo la brutta prestazione del polacco in occasione di Genk-Napoli (0-0), i tifosi e alcuni giornalisti lo consideravano già ai margini del progetto di Ancelotti.

Cercasi pistolero Se nella partita di giovedì 31 contro la Spal era parso in buona forma, realizzando delle buone giocate per i compagni e lottando per la squadra, nella gara persa dal Milan domenica sera contro la Lazio Krzysztof Piątek è apparso fra i peggiori in campo. Nonostante l’autorete di Bastos del momentaneo pareggio rossonero sia stata favorita da una zampata del polacco, durante il resto della partita non ha saputo incidere a dovere, risultando impreciso nelle giocate e spesso poco lucido. Per ora Krys è ben lontano dai numeri da cacciatore di taglie a cui ci aveva abituato la scorsa stagione: a novembre 2018, infatti, l’ex Genoa aveva già timbrato il cartellino per ben 9 volte in campionato e realizzato 4 reti in Coppa Italia. Tornerà a sparare?

Che parate! Brzęczek può stare tranquillo, la Nazionale polacca è in ottime mani… Anche questa settimana, infatti, i portieri polacchi militanti in Serie A si sono distinti per le loro buone prestazioni, alcune di queste davvero notevoli.

  • Contro Sassuolo e Parma, il portiere della Fiorentina Bartłomiej Drągowski si è fatto trovare pronto, incassando un gol da entrambe le formazioni ma risultando incolpevole.
  • Sabato 2 novembre, invece, Wojciech Szczęsny, ha collezionato il terzo clean sheet di stagione nel derby contro il Torino in una sfida tutt’altro che semplice per i bianconeri. Oltre ad alcune parate non particolarmente impegnative, nel finale Tek si è rivelato decisivo per le sorti del match respingendo una conclusione ravvicinata di Ansaldi sul primo palo molto pericolosa.
  • Ma ciò che più ha fatto strabuzzare gli occhi dei tifosi polacchi è sicuramente la prestazione monstre di Łukasz Skorupski. Nella partita di sabato pomeriggio contro l’Inter, infatti, il portiere del Bologna ha compiuto tre parate dall’elevato coefficiente di difficoltà. Al 9’ del primo tempo l’ex Roma respinge una conclusione a botta sicura di Lautaro Martinez che spreca un rigore in movimento per portare in vantaggio i suoi. Successivamente il polacco macchia l’ottima performance con un errore grossolano che potrebbe costare caro al Bologna, sbagliando il passaggio di ritorno a un compagno e favorendo il tiro di Lukaku che finisce di poco a lato. Ma è proprio contro quest’ultimo che al 30’ Łukasz realizza la sua parata più bella, distendendosi con rapidità felina su una conclusione rasoterra del belga. Al 75’, però, la punta dell’Inter riesce comunque a trovare il gol su una respinta dell’estremo difensore, il quale anche in questa occasione ci mette i guantoni e devia con un riflesso prodigioso un tiro da pochi metri di Skriniar. Insomma il numero 28 rossoblù è in formissima, Brzęczek sei avvisato.

Korespondencja: Leonardo Capobianco




Dodaj komentarz

Twój adres email nie zostanie opublikowany. Pola, których wypełnienie jest wymagane, są oznaczone symbolem *